Guide ai Deck – Mono Red Snow

Guide ai Deck – Mono Red Snow

“Mai, mai, scorderai, l’attimo, la terra che tremò. L’aria si incendiò, e poi, MONOROSSO”

Ciao, qui il vostro Mordencaile, come sempre MonoRosso è il mio secondo nome, vado quindi a presentarvi un Deck a cui tengo particolarmente dato che mi ha permesso di arrivare #1 in Mythic. Alla Deck review si aggiunge un video che troverete linkato di cui non vi anticipo nulla! Partiamo subito.

Lista Esportabile (Clicca qui)
Deck
4 Fervent Champion (ELD) 124
4 Fireblade Charger (ZNR) 139
4 Robber of the Rich (ELD) 138
4 Dragonkin Berserker (KHM) 131
4 Anax, Hardened in the Forge (THB) 125
4 Bonecrusher Giant // Stomp (ELD) 115
4 Opportunistic Dragon (ELD) 133
2 Goldspan Dragon (KHM) 139
4 Frost Bite (KHM) 138
3 Embercleave (ELD) 120
3 Castle Embereth (ELD) 239
17 Snow-Covered Mountain (KHM) 283
3 Faceless Haven (KHM) 255

Sideboard
4 Phoenix of Ash (THB) 148
2 Ox of Agonas (THB) 147
2 Fire Prophecy (IKO) 116
3 Soul Sear (M21) 160
2 The Akroan War (THB) 124
2 Weathered Runestone (KHM) 247

A differenza della lista classica, che vede Rimrock Knight, Phoenix of Ash e Torbran, Thane of Red Fell, qui noi andiamo ad inserire al posto di queste carte quelle del pacchetto Drago, che vediamo ora: Dragonkin Berserker al posto di Rimrock Knight, Opportunistic Dragon al posto di Phoenix of Ash e Goldspan Dragon al posto di Torbran. Questi pezzi si sono rilevati essere fondamentali per dare solidità  al mazzo in maniera continua e indiscutibile. Il Dragonkin, infatti, è un 2/2 con first strike costo 2 e boast 4R che gli fa mettere in gioco una pedina 5/5 con volare.

Che detta così sembra un’enormità, ma non avete idea di quante volte questa mossa abbia permesso a questo mazzo di ribaltare le sorti della partita portando a casa una vittoria che altrimenti non si sarebbe vista!

L’Opportunistic Dragon è forse il pezzo più eclettico di tutto il set. 4/3, volante, quando entra prende il controllo di artefatto/umano bersaglio, facendogli perdere tutte le sue abilità, e sinergizza benissimo con il Berseker in quanto Drago (per ogni drago in gioco, infatti, l’abilità di Boast del Dragonkin costa 1 incolore in meno!) . Ha un quantitativo di usi spropositato, dalla tempo play in cui togli The Great Henge o un 1/1 ad un Gruul impedendo quindi alla Lovestruck Beast di attaccare, alla play aggressiva in cui togli il Mazemind Tome o il Midnight Clock al mazzo control che altrimenti avrebbe card control e recupererebbe preziosissimi punti vita, alla giocata di controllo totale contro rogue quando gli togli gli umani che creano non pochi problemi. Insomma, super carta che permette di fare un sacco di cose. E poi oh, come detto prima, è un 4/3 volante, quindi passa sopra a tutto ciò che non ha Reach o Volare!

Ultimo ma non ultimo, il Goldspan Dragon, il cui compito in 2x è quello di andare a coadiuvare l’aspetto Draconico del late game di questo mazzo in maniera egregia. Ottimo sia come top deck blind che come pescata in curva, la sua abilità permette di avere quel mana in più che garantisce la giocata inaspettata. L’esempio maestro? 3 creature in gioco, calo Goldspan, attacco, genero treasure token, sacco, due rossi, clava. Ed ecco che l’avversario si trova già a dover gestire una 4/4 con volare e rapidità che permette ad uno dei tre pezzi in gioco (magari Anax, Hardened in the Forge, magari altro) di venire equipaggiati con Embercleave e di sfondare la linea difensiva. Giocato da solo, inoltre, tendenzialmente richiede almeno due removal (salvo gente che giochi Nero) il che significa avere due tesori, che forniscono dai due ai quattro mana (in base alla presenza o meno del Goldspan).

Dopo aver analizzato questi pezzi, ma prima di passare ai match up, un brevissimo aggiornamento importante: al meta piace cambiare, e quindi anche questo mazzo ha ricevuto un grosso aggiornamento, con il quale conto di fare lo stesso risultato nel mese di marzo. Ecco quindi la nuova lista:

Lista Esportabile (Clicca qui)
Deck
4 Fireblade Charger (ZNR) 139
4 Fervent Champion (ELD) 124
4 Dragonkin Berserker (KHM) 131
4 Robber of the Rich (ELD) 138
4 Bonecrusher Giant // Stomp (ELD) 115
4 Anax, Hardened in the Forge (THB) 125
1 Arni Brokenbrow (KHM) 120
4 Opportunistic Dragon (ELD) 133
4 Frost Bite (KHM) 138
3 Embercleave (ELD) 120
3 Castle Embereth (ELD) 239
18 Snow-Covered Mountain (KHM) 283
3 Faceless Haven (KHM) 255

Sideboard
2 Phoenix of Ash (THB) 148
2 Ox of Agonas (THB) 147
2 Scorching Dragonfire (M21) 158
4 Roiling Vortex (ZNR) 156
3 The Akroan War (THB) 124
2 Soul-Guide Lantern (THB) 237

Come si evince, abbiamo rimosso i due Goldspan Dragon per inserire una terra in più ed un Arni Brokenbrow. La scelta nasce dal fatto che i due Draghi costo 5 erano troppo pesanti per stare appresso ad un meta dinamico come quello attuale che sta vedendo spopolare Naya. Arni è quella carta 1x che aggiunge quel qualcosa in più che permette di fare play interessanti in top deck, magari in combo con il Faceless Haven (attaccando porta a casa 9 danni, in quanto il mana per usare la sua abilità di Boasting è sempre dato dal faceless haven che attacca con cautela). Nella side abbiamo invece una rivoluzione totale. Phoenix of Ash ridotte da 4 a 2, Runestone sostituite dalle Soul-Guide Lantern, Fire Prophecy sostituiti da Scorching Dragonfire, rimossi i tre Soul Sear, aggiunta una The Akroan War e 4 Roiling Vortex per annullare Yorion Ultimatum e contrastare tutti quei mazzi con life gain.

I match up, in questo momento del meta, sono i seguenti: Sultai ultimatum (in video), Mono R (in video), Esper Foretold (in video), Mono W (aggro e weenie in video, lifegain), Cycling, Naya Combo, Dimir Rogue, Rakdos Midrange, Temur Adventure e Gruul Adventure.

Andiamo ad analizzarli uno per uno

Passiamo ora ai miei consigli di Side In e Side Out con una breve descrizione di ogni MU.

Sultai Ultimatum
IN: 2x Phoenix of Ash, 4x Roiling Vortex.
OUT: 2x Opportunistic Dragon 4x Frost Bite. 
 
Contro Sultai Ultimatum la scelta è chiara e semplice. Togliamo due Opportunistic Dragon, inseriamo le due Phoenix, togliamo i 4 Frost Bite ed inseriamo i 4 Roiling Vortex. Il nostro gameplan è uno, semplice e diretto: picchiare forte, duro sempre. Il nostro obiettivo è mandare a 10 punti vita il nostro avversario il prima possibile, girare attorno a Binding the Old Gods e tenere in gioco almeno un Roiling Vortex, e a quel punto la magia sarà fatta. Cercate sempre di tenere creature pari e dispari in gioco e ricordate che i token creati sia da Anax che dal Berserker sono PARI. Qualora l'avversario dovesse riuscire a fare entrare un ultimatum, fategli giocare SEMPRE un turno extra se avete in gioco un vortex, perchè tendenzialmente la situazione vedrà oppo con in campo solo le due pedine 1/1 in quanto l'altra carta sarà sicuramente un removal.
Mono Red – Mirror

IN: 2x Scorching Dragonfire, 3x Akroan War.

OUT: 2x Anax, hardened in the Forge 3x Embercleave.

In questo mirror match vale la regola chi picchia per primo picchia due volte. A differenza di quello che si pensa, non vince chi gioca prima più cose, ma vince chi tiene in campo più pezzi. In g1 bisogna giocare iper offensivi, in g2 e g3 bisogna giocare a scacchi. Mentre in g1 infatti possiamo permetterci di essere tracotanti, calare tutto e fare danni a destra e sinistra, in g2 il nostro compito sarà quello di togliere ogni singola risorsa al nostro avversario. Via Embercleave, via due Anax, dentro Akroan War e dentro Scorching Dragonfire. Il nostro obiettivo è far stare a 0 pezzi l’oppo e ucciderlo lentamente. I Berserker vincono i trade contro Robber, contro Rimrock e contro i Charger. I Dragonfire e i Forstbite servono per tenere fermo Anax e i Faceless Haven e le Akroan War servono per prendersi Torbran o altri pezzi grossi/tattici calati dall’oppo. In tutto questo, gli Opportunistic Dragon portano via i suoi Robber e i suoi Fervent, pezzi che per lui saranno fondamentali per far girare il gioco.

Mono W – Life Gain

IN: 2x Phoenix of Ash 4x Roiling Vortex, 2x Scorching Dragonfire.

OUT: 4x Anax, hardened in the Forge 1x Arni Brokenbrow, 3x Embercleave.

La lista mono W Lifegain è molto quadrata, punta al rendere il più grandi possibili le proprie creature e a mettere in gioco angeli 4/4 il prima possibile. Il nostro target in questo game è rimuovere il prima possibile queste creature: Alseid of Life’s Bounty, Selfless Savior, Luminarch Aspirant e Speaker of the Heavens, i quali sono il core attorno a cui gira il mazzo. Fatto questo, il nostro compito sarà il solito: picchiare, tanto, forte, sempre. In g2 dobbiamo mettere assolutamente i Roiling Vortex per bloccare la sua capacità di guadagnare vita e vincere un’eventuale guerra di attrito. In aggiunta, ai draghi aggiungiamo le fenici per avere creature volanti che possano superare la sua muraglia di carne formata da tutte quelle creature che possono sopravvivere grazie a protezione e indistruttibile. Mentre in game 1 punteremo ad una vittoria rapida e dolorosissima per il nostro oppo, in game 2 ed eventualmente game 3 giocheremo un mazzo “red control” volto appunto a tenere sempre la sua board vuota.

Eventualmente, se l’oppo si mostra in grado di floodare la board in modo tanto efficace, in g3 sidiamo fuori 2x vortex e 1x fervent per inserire 3x Akoran war, costringendolo così a consumare risorse per proteggere il pezzo che andremo a rubare e facendo in modo che la sua board si elimini da sola.

Mono W – Aggro

IN: 3x Akroan War, 2x Phoenix of Ash, 2x Scorching Dragonfire.

OUT: 4x Anax, hardened in the Forge, 3x Embercleave.


Il match contro Aggro è, paradossalmente, il più semplice da commentare ma il più difficile da condurre. L’obiettivo è portare via il prima possibile i Seasoned Hallowblade tramite gli Opportunistic Dragon, far fuori con ogni mezzo possibile Selfess Savior e Luminarch e stare sempre pronti con il full control all’inizio del turno avversario per fargli tappare e scartare il prima possibile ogni sua singola risorsa. Questo, fra tutti i mazzi (dopo il mirror) è forse il più veloce contro cui andremo a giocare, perchè ha tantissime risposte alle nostre risorse ed è quindi decisivo l’utilizzo che faremo delle nostre carte. Un Bonecrusher messo al momento giusto della partita può cambiare totalmente il suo andamento, così come un Berserker che blocca un Hallowblade per far scartare o, meglio ancora, attacca per calare un 5/5 volante (ricordiamo che Monowhite Aggro non ha volanti, salvo gente equipaggiata con Maul of the Skyclaves , che possiamo andare a togliere con Opportunistic Dragon). La side per g2 prevede che lasciamo Anax e Cleave in panchina e tiriamo dentro Akroan War, Phoenix e gli Scorching DragonFire, per permetterci di avere molto più fuoco alle polveri di lui in termini di removal e controllo.

Mono W – Weenie

IN: 2x Scorching Dragonfire.

OUT: 1x Arni Brokenbrow, 1x Embercleave.

Questa versione del Monobianco, a dispetto delle altre, è tanto troppo più veloce di qualsiasi altro mazzo presente nel meta. Potenzialmente a turno 3 può avere in campo 5 pezzi (due 2/2, un 2/1 e 2 1/1 con volare) che dal quarto turno possono prendere +1+1 dato dal Glorious Anthem o anche solo +1 +0 dato da Heraldic Banner. Il nostro compito qua è sfruttare first strike, sacrificare il prima possibile e intelligentemente i Fireblade e spaccare ogni creatura tradando anche in perdita. Così facendo, cercheremo di indurre il nostro avversario tendenza ad essere overconfident, sfruttando quindi la sua finestra di errore per piazzare le giocate decisive che ci servono assolutamente per vincere.

Cycling

IN: 2x Soul-Guide Lanter, 2x Scorching Dragonfire.

OUT: 2x Anax, hardened in the Forge, 1x Embercleave, 1x Arni Brokenbrow.

Il match up più facile/difficile da gestire di cui c’è veramente poco da dire. Game 1 dobbiamo portare via tutta la sua board e ucciderlo prima che ci faccia Zenith Flare, da game due in poi diventa gestibile perchè prendiamo Lanterne e Dragonfire. Giocando solo umani diventa facile muoversi con gli Opportunistic Dragon, mentre con i Dragonfire a g2 possiamo occuparci delle Flourishing Fox prima che diventino troppo grandi.

Naya Combo / Naya Adventure

IN: 3x Akroan War.

OUT: 1x Arni Brokenbrow, 1x Embercleave, 1x Anax, hardened in the Forge.

La strategia con questi due mazzi è la stessa. Eliminare il prima possibile pezzi come Edgewall Innkeeper, Clarion Spirit e Jaspera Sentinel (motori fondamentali per il mazzo) e riempire la board di creature prima dell’avversario. Non preoccupatevi di usare il trick del doppio Anax in gioco (ho Anax schierato, calo Anax, genero 4 pedine 1/1) perchè molte volte, grazie anche a Castle Embereth, vi porta a vincere. Stabilite il dominio della board prima dell’avversario e porterete a casa la partita prima che lui possa accumulare le risorse che gli servono per sfiancarci.

Dimir Rogue

OUT: 4x Anax, hardened in the Forge, 2x Embercleave.

Questo è forse il match up più semplice e liscio al quale possiamo andare incontro. Gli Opportunistic Dragon ci permettono di arginare tranquillamente i suoi due pezzi di punta, il Thieves’ Guild Enforcer e il Thought-Thief, mentre il resto dei removal ci permette di passare sopra tranquillamente ai Ruin Crab (ricordiamo infatti che i frostbite con 3 terre neve fanno tre danni) e al Merfolk Windrobber (stomp del Bonecrusher e passa la paura). Normalmente questo match ci vede in svantaggio lieve in g1 ma in vantaggio totale e assoluto su g2 e g3 grazie alla side, che ci permette di sfruttare le sue meccaniche per avere vantaggio pezzi ed essere sempre avanti.

Rakdos Midrange

IN: 3x Akroan War, 2x Soul-Guide Lantern, 2xScorching Dragonfire.

OUT: 4x Anax, hardened in the Forge, 1x Arni Brokenbrow, 2x Embercleave.

Uno dei match up più difficili, se non il più difficile. Rakdos ha un sacco di risposte a tutto quello che noi giochiamo. Hanno sia le Akroan War che i [mtg_Card]Claim the Firstborn[/mtg_card], hanno Kroxa, Titan of Death’s Hunger e il Woe Strider ed hanno un quantitativo di Removal e Life Gain che facciamo veramente fatica a inseguire ed arginare una volta che prende il vantaggio. L’unica cosa che dobbiamo fare è spegnere il più rapidamente possibile la sua strategia e, grazie alla side, equipaggiarci di quante più risorse possibili per impedirgli di giocare con il cimitero e di rubarci le creature più piccole per rivoltarcele contro. In questo caso il pacchetto draghi ci viene in aiuto perchè gli Opportunistic Dragon generano dei muri volanti 4/3 che possono bloccare vari Rankle, Master of Pranks e vari Immersturm Predator del nostro avversario, ma soprattutto sono in grado di sorvolare l’orda di pedine 2/2 e di coloro che hanno deathtouch. Inoltre soffrono solo Akroan War, diventando pezzi chiave nella lotta alla combo Claim the Firstborn+Village Rites o Claim the Firstborn+Woe Strider.

NOTA: se vediamo che il giocatore avversario gioca Tymaret Calls the Dead, il Mire Triton ed Egon, God of Death togliamo dalla side i due dragonfire e inseriamo i due Ox, che ci serviranno come carne da cannone per assorbire gli schiaffi apocalittici che ci arriveranno addosso.

Temur Adventure

IN: 3x Akroan War.

OUT: 2x Anax, hardened in the Forge, 1x Arni Brokenbrow

Temur Adventure è, come match up, molto simile, se non per certi aspetti uguale, a Yorion Ultimatum. Questo mazzo infatti punta a ucciderci arrivando a giocare Alrund’s Epiphany, facendo due turni di fila e spazzandoci via, oppure calando Genesis Ultimatum, puntando a calare Ugin, the Spirit Dragon o finirci con la combo del Terror of the Peaks. Il nostro compito qui è quello di giocare attorno alle sue creature, spazzare via quelle realmente pericolose (Innkeeper e Bonecrusher) e ucciderlo prima che possa mettere in piedi la sua combo.

Gruul Adventure

IN: 3xAkroan War, 2xPhoenix of Ash.

Out: 4x Anax, hardened in the Forge, 1x Embercleave.

Gruul Adventure, prima dei draghi, era il mazzo che accartocciava mono rosso e lo lanciava nel bidone dell’umido. Ma con l’avvento di essi, la situazione si è ribaltata completamente. Gli Opportunistic Dragon sono il pane con cui sfondiamo i Gruul. Prendono possesso dello Stonecoil Serpent, prendono possesso di Edgewall Innkeeper, prendono possesso della pedina 1/1 della Lovestruck Beast, prendono possesso di Embercleave e prendono possesso di The Great Henge[/mtgg_card]. Il tutto stando SOPRA a Bonecrusher. Tendenzialmente infatti, Gruul Adventure non gioca removal che fanno tre danni e soprattutto non gioca creature volanti, salvo i Goldspan Dragon (che di solito entrano grazie a Henge, che noi prontamente togliamo con Opportunistic Dragon). La side qui ruota tutta attorno alle Akoran War e ai volanti, in modo tale da passare sopra l’orda Gruul e bombardarla di schiaffi finchè i punti vita non scendono a 0.

Questa signori è quindi la guida completa al “Governo Draghi 2.0” che mi ha permesso di arrivare dove sono arrivato in ladder nel mese di febbraio (ho chiuso 23esimo recuperando gli ultimi due giorni). Nel video vedrete delle sidate diverse da quelle che vi ho spiegato qua perchè sono quelle che ho sviluppato io dopo tantissime partite (circa 300) e con cui mi trovo meglio in quanto adattive del mio stile, ma quelle che vi ho scritto sono le sidate dalle quali sono partito per arrivare dove sono arrivato. Spero che questa guida possa esservi utile e spero di portarne tante altre, perchè come al meta piace cambiare, piace anche al monorosso.

Per finire, come promesso, vi lascio il link al video e ricordate sempre:

CHI PICCHIA PER PRIMO, PICCHIA DUE VOLTE

Davide "Mordencaile" Caile
Davide “Mordencaile” Caile

Giocatore di Magic dai tempi di Kamigawa (Ratti e Bushido, accoppiata letale!) Approda su Magic Arena appena uscito con l’intento di tornare a giocare per raggiungere uno spot negli MPL. Il suo motto “giocatori aggro si nasce, non si diventa”